BLOCCO AUTOMATICO FM - Istruzioni d'uso

LA CIRCOLAZIONE COL BLOCCO AUTOMATICO
Nel regime di circolazione dei treni col Blocco Automatico la linea è divisa in tratte consecutive nel senso legale di marcia, denominate “sezioni di blocco”, su ciascuna delle quali può trovarsi un solo convoglio alla volta. Appositi circuiti (connessi ai “pedali di comando”) assicurano il verificarsi di questa condizione e regolano di conseguenza la marcia dei treni.
Si osservi per esempio la fig. 1: se la sezione A è occupata dal treno 1, il treno 2 che si trova nella sezione precedente B si deve arrestare prima di impegnarla. Solo quando il treno 1 sarà uscito completamente (cioè con l’ultimo vagone) dalla sezione A il treno 2 potrà muoversi, liberando quindi la sezione B per il treno successivo, e così via, senza possibilità di tamponamenti.

Perciò in un circuito ad anello chiuso ci dovrà essere sempre almeno una sezione vuota, pena la paralisi della circolazione, per cui, ad esempio, su un anello con 5 sezioni potranno circolare al più 4 treni. Ovviamente un sistema con due sole sezioni (e quindi un solo treno) non ha ragione di esistere (se non nel caso di un anello chiuso, per evitare il tamponamento di eventuali vagoni che si siano sganciati).

IL SISTEMA FM
Il Sistema di Blocco Automatico FM è costituito da almeno due moduli BADS, ciascuno dei quali è in grado di controllare due sezioni di blocco, ma è riconfigurabile per il controllo di una singola sezione. Il sistema è completato da uno spinotto BAP, per il collegamento ad un alimentatore stabilizzato a 9-15 V continui, e da uno spinotto BAL per la chiusura del circuito elettrico.
Questi spinotti vengono forniti insieme ai moduli richiesti.
In una tipica applicazione, il cerchio di binari è suddiviso in N sezioni (il numero N dipende dalla lunghezza della linea) su cui possono circolare in assoluta sicurezza N-1 treni. Pertanto occorreranno N/2 moduli BADS se il numero di sezioni è pari, N/2+1 se dispari, con l’ultimo modulo configurato per sezione singola.
 

DESCRIZIONE DEI COLLEGAMENTI AI MORSETTI DEL MODULO BADS

Uscita polo positivo --------------------------------------      ------------------------------------ Uscita polo negativo
  |     |
SEZIONE A                                                 |     |                                               SEZIONE B
Entrata pedale ----------------------------------------   |  ---|----------------------------------------- Entrata pedale
Entrata polo trazione ------------------------------  |   |  |  |   ----------------------- Entrata alimentazione segnale
Uscita verso sezionamento (N.A.) ---------------   |  |   |  |  |   |   ------------------------- Uscita verso luce verde
Uscita verso sezionamento (N.C.) -----------   |   |  |   |  |  |   |   |  ---------------------- Uscita verso luce rossa
Uscita verso luce rossa ----------------   |   |   |  |   |  |  |   |   |  |   --------- Uscita verso sezionamento (N.C.)
Uscita verso luce verde ------------   |   |   |   |  |   |  |  |   |   |  |   |   ----- Uscita verso sezionamento (N.A.)
Entrata aliment. segnale -------   |   |   |   |   |  |   |  |  |   |   |  |   |   |   ------------ Entrata polo trazione
|   |   |   |   |   |  |   |  |  |   |   |  |   |   |   | .
|   |   |   |   |   |  |   |  |  |   |   |  |   |   |   |  .

Morsettiera
 

    Indicatori a LED
 
 

Connettore maschio
----->

Pulsanti


 
 

Ponticelli di configurazione
 
 

Connettore femmina
<-----
 

 

Uscita N.A.= contatto normalmente aperto, cioè l'uscita è alimentata col verde
Uscita N.C.= contatto normalmente chiuso, cioè l'uscita è alimentata col rosso

I LED verdi e rossi indicano lo stato dei sezionamenti (presenza o assenza della tensione di trazione, rispettivamente), in corrispondenza con il colore del relativo segnale. I pulsanti servono per il controllo manuale di ciascuna sezione di blocco: premendo il pulsante verde si alimenta elettricamente la rotaia di sezionamento (marcia), premendo il rosso essa viene isolata (arresto del convoglio).

ALIMENTAZIONE ELETTRICA
I moduli BADS richiedono per il funzionamento una tensione continua (non necessariamente stabilizzata, ma almeno ben filtrata) compresa tra un minimo di 9 e un massimo di 15 V, che viene fornita mediante lo spinotto BAP, collegando il filo rosso al polo positivo e il filo nero (tratteggiato in figg. 2, 3) al negativo di un adatto alimentatore. La corrente massima assorbita da ogni modulo è di 90 mA a 12 V quando entrambe le sezioni sono disposte a verde.
I moduli sono protetti contro le inversioni di polarità MA NON CONTRO LE SOVRATENSIONI, per cui non devono MAI essere alimentati con tensione superiore a 15 V continui,  pena il loro danneggiamento!
I due poli sono riportati in uscita sui morsetti + e - della morsettiera (senza alcun tipo di protezione) per gli usi descritti in seguito.

COLLEGAMENTO DI PIU’ MODULI BADS
I moduli sono dotati di connettori DB9 polarizzati  (maschio a sinistra e femmina a destra) che consentono il collegamento a catena di più moduli BADS, con passaggio dei segnali e dell’alimentazione elettrica. Al connettore maschio più a sinistra va collegato lo spinotto BAP, mentre al connettore femmina più a destra va collegato lo spinotto BAL. Anche questi spinotti sono opportunamente polarizzati e quindi possono essere inseriti solo nel modo corretto.

CONFIGURAZIONE PER SEZIONE SINGOLA
Il modulo BADS può essere configurato per controllare una sola sezione di blocco, nel caso di un numero dispari di sezioni. A tale scopo occorre estrarre con una pinzetta i due ponticelli neri, visibili al centro del pannello e normalmente disposti sul lato con la lettera P (PARI), e reinserirli sul lato con la lettera D (DISPARI). Un modulo così configurato può essere inserito in un punto qualsiasi della catena, ma è più pratico metterlo per ultimo, all’estrema destra.

COLLEGAMENTO DELLE ROTAIE
In ciascuna sezione un tratto di binario, abbastanza lungo da consentire l’arresto di una motrice, viene isolato su una rotaia (“sezionamento” unipolare, indicato con S1, S2, S3 in figg. 2, 3) e collegato al modulo di blocco (morsetto S) mediante u n cavetto saldato ad essa (di colore blu in figg. 2, 3).
Il resto del binario della sezione di blocco (indicato con B1, B2, B3 in fig. 2) deve essere più lungo del convoglio più lungo circolante sulla linea, e - di norma - la rotaia dallo stesso lato del sezionamento unipolare deve essere collegata al modulo di blocco (morsetto L) con un cavetto saldato ad essa (di colore porpora in fig. 2).
La figura 3 illustra una possibilità di collegamento elettrico semplificato, da utilizzare se i “sezionamenti” unipolari delle varie sezioni sono effettuati tutti sulla stessa rotaia.

COLLEGAMENTO DEL PEDALE DI COMANDO
Il pedale di comando (indicato con P1, P2, P3 in figg. 2, 3) deve essere azionato dal passaggio dell’ultimo vagone del convoglio, in modo da segnalare la liberazione della sezione a monte del pedale stesso. Pertanto occorre installare un pedale all’uscita di ogni “sezionamento” e un dispositivo di azionamento sotto l’ultimo vagone.
Generalmente si utilizza un contatto REED (costituito da un’ampolla di vetro sotto vuoto con due contatti magnetici), azionato da una piccola calamita montata sotto il vagone (si possono usare le piccole calamite contenute nelle chiusure magnetiche degli sportelli dei mobili, incollate con colla cianoacrilica o buon nastro biadesivo).
Uno dei due terminali del REED va collegato al morsetto + del modulo e l’altro al morsetto P della stessa sezione cui è collegato il vicino “sezionamento”, in quanto l’attivazione del pedale segnala la liberazione della sezione cui è collegato (vedi cavetti neri nelle figure 2 e 3). E’ preferibile avere un’unico cavetto che, partendo dal morsetto + di un modulo BADS qualsiasi, collega in sequenza un terminale di ogni REED.
Alternativamente è possibile usare altri tipi di pedali (codificati, ad infrarossi, a relé) purché possano chiudere il contatto tra il morsetto + e il morsetto P. Se si usano pedali elettronici che richiedono un’alimentazione elettrica in corrente continua di 9-15V, questa può essere prelevata tra i morsetti + e - di ogni modulo BADS.

COLLEGAMENTO DEL SEGNALE
Ai moduli BADS si possono collegare segnali di qualsiasi tipo e marca. Un polo della loro alimentazione va collegato al capo del segnale comune alle due luci, l’altro polo va collegato al morsetto C; le due luci vanno collegate come indicato (vedi fig. 2).
Se si usano segnali funzionanti a corrente continua (tipo MA il Treno) si può usare lo stesso alimentatore stabilizzato che alimenta la parte elettronica dei moduli BADS, collegando con un ponticello, per ogni sezione di blocco, il morsetto + con il morsetto C, il terminale della luce rossa al morsetto R (cavetto rosso in fig. 3), quello della luce verde al V (cavetto verde in fig. 3). In tal caso occorre essere certi che l’alimentatore sia in grado di erogare una corrente sufficiente.
 

ATTIVAZIONE DEL BLOCCO AUTOMATICO
Tutti i moduli di blocco si dispongono automaticamente sul rosso al momento dell’accensione. Quindi gli eventuali treni in movimento si arresteranno automaticamente appena raggiungeranno il “sezionamento” della sezione di blocco in cui si trovano.
A questo punto basterà premere il pulsante verde dei moduli di blocco corrispondenti alle sezioni che precedono una sezione libera e i treni inizieranno a muoversi. La sequenza di attivamento automatico è sempre da destra verso sinistra, cioè 3-2-1-3-2... nelle figg. 2 e 3.
Se un convoglio si spezza,  allora  il suo ultimo vagone  non arriva ad azionare il successivo pedale di comando e quindi si ha il progressivo e sicuro arresto di tutti i convogli, senza tamponamenti!.
 

ESCLUSIONE DEL BLOCCO AUTOMATICO
E’ possibile abilitare o disabilitare a piacere il funzionamento del blocco automatico semplicemente interponendo un interruttore sul cavetto che collega il morsetto + con i terminali dei vari REED.

Figure 2 e 3 - cliccare per ingrandire in una nuova finestra
Hosting by WebRing.